L’invenzione del Post-it

Diversi anni fa in una piccola cartiera fu assunto un giovane operaio di nome Giacomo. Giacomo lavorava ad un macchinario che incollava a caldo il bordo di fogli di carta che poi, passati ad un’altra macchina, venivano composti in tanti tantissimi quaderni. A questo macchinario lavoravano 2 operai: uno al mattino ed uno al pomeriggio.
Un giorno Giacomo doveva lasciare un messaggio a Tommaso, l’altro operaio, poiché la macchina si era inceppata e necessitava di una particolare operazione prima di essere avviata. Così scrisse le istruzioni su un piccolo foglio e lo appoggiò vicino al pulsante di accensione. Peccato che la ventola della macchina, che stava sempre in funzione per evitare anche il minimo surriscaldamento, faceva cadere il foglietto…
“Accidenti” pensò Giacomo “Se lo appoggio da un’altra parte Tommaso non lo vedrà mai…lo conosco, quando arriva si mette subito alla macchina senza guardarsi attorno e non leggerebbe mai il mio messaggio”. Giacomo non aveva il suo numero di telefono…che fare?
A un certo punto, mentre pensava a come risolvere il problema e si guardava attorno, la sua attenzione su colpita da un barattolo di colla appoggiato su una mensola.
Così decise di incollare il foglietto con le istruzioni proprio davanti al pulsante della macchina e, soddisfatto, andò a casa.
Quando Tommaso arrivò al lavoro lesse le istruzioni ma soprattutto fu colpito dal modo semplice e ingegnoso escogitato da Giacomo per fargli avere l’importante informazione.
Il giorno dopo in pausa caffè ne parlò con Filippo, suo fratello maggiore, che era responsabile della produzione dell’azienda e che aveva il fiuto per le idee creative e innovative.
Fu così che Filippo convocò Giacomo nel suo ufficio e con aria seria lo apostrofò: “Giacomo si rende conto che con la sua idea di incollare il foglio con il messaggio per Tommaso, ha danneggiato la superficie del macchinario?”.
Giacomo dispiaciuto non sapeva che dire e rimase in silenzio. Filippo proseguì, mentre un sorriso gentile gli attraversò il viso”…e si rende anche conto che lei ha davvero avuto una idea geniale? Basterà solo mettere una colla più diluita e…il gioco è fatto!”.
E fu così che nacque il post-it, che Giacomo fu promosso e divenne responsabile dello sviluppo del prodotto e fu così che la piccola azienda divenne un colosso del suo settore.

E tu?

Quando qualcuno fa qualcosa fuori dalla procedure e dalle abitudini cosa fai? Sei infastidito o guardi in profondità se ci può essere qualcosa di utile in quello che è stato fatto? Quante piccole grandi “invenzioni” ti passano accanto e non vengono riconosciute? Sei un Eco-Leader o Ego-Leader?